Archivio | marzo, 2013

Il Senatore Antonio d’Alì chiede il blocco della ricerca di idrocarburi

14 Mar

Senatore Antonio d'Alì tutela l'ambientePrevista per oggi la Conferenza Stato Regioni, un appuntamento decisivo per la tutela della biodiversità mediterranea, minacciata dalle norme volute dal Governo Monti. Tra i partecipanti, il Senatore Antonio d’Alì, il quale chiede la sospensione immediata delle autorizzazioni riguardanti la ricerca di idrocarburi nei mari italiani.

Queste norme interessano d’Alì in quanto Presidente della Commissione Territorio Ambiente e Beni Ambientali del Senato, infatti si è sempre battuto per impedire l’uso di piattaforme petrolifere al largo delle coste italiane e ha dichiarato che il nuovo Parlamento si dovrà occupare della questione revocando o modificando l’art.35 del decreto-legge 22 giugno 2012, n. 83, convertito con alcuni cambiamenti dalla legge 7 agosto 2012, n. 134, affinché si possano bloccare nuove trivellazioni. A tal fine d’Alì ripresenterà un suo disegno di legge appena si riapriranno le Camere.

Continua a leggere

Senatore Antonio d’Alì: ora lavoriamo per la Sicilia

4 Mar

Rielezione del Senatore Antonio d'AlìDopo i risultati elettorali è tempo di analisi: in Sicilia i cittadini hanno premiato il centrodestra e hanno dimostrato di voler cambiare le cose votando il Movimento 5 Stelle, due tendenze solo in parte contraddittorie.

A fare le spese della crisi economica sono, soprattutto al Sud, i partiti di centro e il Pd: nonostante gli exit poll stavano dando la vittoria al centrosinistra, i risultati definitivi hanno smentito questa notizia e hanno confermato l’efficacia del PdL.

Il Senatore Antonio d’Alì, neoeletto in Sicilia, ha subito invitato gli altri senatori a lavorare tutti insieme nell’interesse della regione e degli elettori, inoltre è proprio lui a rappresentare la continuità nel centrodestra. D’Alì infatti è stato tra i fondatori di Forza Italia, tesserato con il numero 4, ha ricoperto l’incarico di responsabile economico ed è stato Presidente della Provincia con il 55% dei voti al primo turno.

Continua a leggere