L’intervento del Senatore Antonio d’Alì sulla riduzione dei parlamentari

3 Mag

I tagli alle spese pubbliche sono l’argomento del giorno e non potrebbe essere altrimenti poiché in Italia sono proprio gli sprechi ad aver aggravato la situazione finanziaria nazionale. A tale proposito si è espresso il Senatore Antonio d’Alì sul Disegno di Legge Costituzionale che stabilisce la riduzione dei parlamentari dell’Assemblea Regionale Siciliana da 90 a 70 che però non comporta una nuova modulazione del sistema elettorale.

Antonio d'Alì senatore del PdLD’Alì condivide la necessità di un numero minore di parlamentari anche a livello nazionale, come del resto accade negli altri paesi europei, ma sostiene che questa riforma da sola non ha un’efficacia immediata sul contenimento dei costi. Occorre invece intervenire sui centri di spesa come i consorzi, i comuni e gli enti intermedi, le Regioni che fanno molti sprechi, perché se 70 deputati fanno guasti come 90 è stata fatta solo demagogia e non una vera riforma.

Il Senatore, nell’interesse dei cittadini e di chi crede nel futuro dell’Italia, chiede che si abbia il coraggio di cambiare tutto, a cominciare dall’assetto delle Province Autonome e delle Regioni a Statuto Speciale.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: