Archivio | marzo, 2012

Senatore d’Alì: “Serve puntare sulla bonifica di Bagnoli”

20 Mar

In un intervista al quotidiano Il Mattino il Senatore d’Alì interviene sulla bonifica di Bagnoli, dichiarando che anche i privati dovrebbero contribuire, secondo il principio che “chi inquina paga”.

Le novità sul coordinatore del PdL a Trapani, il Senatore d’Alì

7 Mar

Senatore d'Alì congressoNonostante le polemiche fomentate dall’On. Nicola Cristaldi, la cui mozione non è stata accettata a causa di un ritardo nella presentazione, il congresso del PdL a Trapani si è svolto tranquillamente registrando una notevole partecipazione degli iscritti.

Il Senatore d’Alì, che è stato eletto coordinatore, da adesso può occuparsi della situazione provinciale in vista delle amministrative che si svolgeranno a maggio in diversi comuni; la sfida è importante perché si prospettano nuove alleanze e nuovi equilibri, non solo nell’isola. Anche Telesud si è occupata dell’evento, segnalando la presenza di diversi politici dei vari schieramenti che sono venuti a portare i loro saluti al congresso, poco prima delle votazioni degli iscritti.

I 30 posti dell’esecutivo sono stati distribuiti democraticamente e proporzionalmente con i 15 della lista a sostegno di d’Alì, 6 della lista dell’On. Lucchese e infine i primi 9 espressi dal voto congressuale. Tutte le componenti interne sono rappresentate, una sintesi unitaria che è di buon auspicio per l’esito delle prossime consultazioni.

Antonio d’Alì partecipa al convegno MareVivo

6 Mar

Senatore Antonio d'AlìSi è svolto a Napoli il congresso “Il mare di Napoli: morte o rinascita”, organizzato da MareVivo per fare il punto della situazione del Golfo partenopeo e dell’inquinamento ambientale.

Il Senatore d’Alì ha partecipato in quanto Presidente della Commissione Ambiente al Senato, e ha discusso un’indagine proprio su questi temi, che l’associazione MareVivo ha particolarmente a cuore da ben 27 anni. Si è trattato di una convocazione degli Stati Generali dell’ambiente, ovvero di tutti coloro che possono intervenire per migliorare lo stato di salute di questa risorsa essenziale per il territorio.

Si è discusso delle condizioni delle acque del Golfo, delle possibili politiche d’intervento, considerando anche le drammatiche vicende del fiume Sarno, ed è stata importante la presenza del Ministro dell’Ambiente Clini, in rappresentanza del Governo, per garantire la giusta attenzione a livello nazionale per questa zona.

Il futuro non può prescindere dal rispetto dei luoghi in cui viviamo, e Antonio d’Alì ha rimarcato quanto ha fatto la Commissione da lui presieduta negli ultimi anni, a fronte delle difficoltà economiche in cui versa il Paese. La tutela del mare, soprattutto, è il primo punto da cui partire per migliorare concretamente la vita di milioni di cittadini italiani.