Archivio | gennaio, 2012

Senatore d’Alì: Legge speciale per Venezia pronta a Marzo

24 Gen

Si sta lavorando, in Senato, a pieno ritmo per l’approvazione di una nuova Legge Speciale per Venezia sulla base del progetto del Senatore Felice Casson, sebbene in sede locale siano emerse delle divergenze. Antonio d’Alì del PdL, che presiede la Commissione Ambiente, si è recato nella località lagunare per le audizioni e per discutere il nuovo testo, previsto per il prossimo marzo.

Sulla questione grandi navi interviene il Senatore d’Alì

Una delle questioni più urgenti è quella del transito delle grandi navi da crociera, che secondo l’opinione di molti cittadini e rappresentanti delle istituzioni, passano troppo vicino alla costa e al centro storico. Il Senatore d’Alì si è espresso dichiarando:”Occorre coniugare il rispetto del luogo con l’economia”; l’alternativa potrebbe essere il molo offshore.

In merito a questa vicenda di grande attualità, riproduciamo di seguito la rassegna stampa dei quotidiani che hanno dato risalto alla notizia.

Annunci

Il Senatore Antonio d’Alì propone una legge speciale per Venezia

19 Gen

In seguito ai recenti tragici avvenimenti della nave di Costa Crociere al largo dell’Isola del Giglio sono divenuti urgenti anche interventi in altre zone, in particolare Venezia, poiché le grandi navi da crociera attraversano il Canale della Giudecca, in centro, passando dal bacino di San Marco.

Per questa ragione, la missione istituzionale del Senatore Antonio d’Alì è stata doppiamente importante; recatosi nella città lagunare lo scorso lunedì, il Presidente della Commissione Ambiente del Senato ha promesso una nuova legge speciale per la salvaguardia e la manutenzione di Venezia. Si tratta di un impegno necessario, volto a recuperare i fondi e al contempo potere decisionale, in quanto il Comune è in questo senso molto limitato.

Tornando ai transiti delle navi da crociere, la criticità è costituita dal movimento ondoso che provoca, nel corso del tempo, gravi danni. Servono soluzioni logistiche alternative, e a tale proposito Antonio d’Alì ha affermato che bisogna trovare degli accorgimenti che tengano conto delle esigenze economiche. Sono numerosi i comitati presenti a Venezia che si occupano di questa vicenda, perciò si attendono nuovi sviluppi risolutivi a breve termine.

La legge speciale per Venezia è prevista per marzo e in occasione dell’ultimo incontro si sono registrati dei consensi fra i partiti, il sindaco della città e la Provincia. L’auspicio è che Venezia non sia più considerata come una situazione d’emergenza e ottenga al più presto lo status di Città Metropolitana.