Archivio | novembre, 2011

Il Senatore Antonio d’Alì sulla tragedia di Saponara e il dissesto idrogeologico

25 Nov

In merito a quanto sta accadendo in questi giorni nella provincia di Messina e alla tragedia che ha colpito Saponara, Antonio d’Alì si è così espresso: “Esprimo il mio più profondo cordoglio per le vittime e confermo la priorità assoluta di un piano organico per affrontare il dissesto idrogeologico e superare la logica dell’emergenza. Per salvaguardare il territorio non è sufficiente l’intervento immediato, bensì occorre prevenire i disastri rispettando la coesione ambientale.

Ho auspicato – continua il senatore Antonio d’Alì – che il Governo e il Ministro dell’Ambiente Corrado Clini rispondano immediatamente seguendo le linee guida espresse ieri nel corso dell’audizione tenuta in Commissione Ambiente del Senato”.

Solo un progetto di ampio respiro può risultare efficace, soprattutto nei termini di intervento su fenomeni di disordine urbanistico.

Antonio d’Alì – l’intervento in Rai a Settegiorni

23 Nov

In merito alle recenti, drammatiche alluvioni che hanno funestato le Cinque Terre, Genova, la Garfagnana e Matera si è discusso di rischio idrogeologico nella puntata di sabato 19 novembre della trasmissione Settegiorni, settimanale di approfondimento politico, in cui è intervenuto il Senatore Antonio d’Alì.

La Rai ha dedicato questa puntata del programma a questo tema per fare un bilancio dei danni, capire di chi sono le responsabilità e come si può fare una prevenzione efficace. Presente in studio il presidente dell’Ispra (Istituto Superiore per la Ricerca e la Protezione Ambientale), Bernardo de Bernardinis e, in collegamento dal Senato,  Antonio D’Alì (Pdl) e Raffaella Mariani (Pd).

Cliccando il link in basso è possibile rivedere l’intera trasmissione.

antonio d’alì rai settegiorni

Antonio d’Alì interviene a un convegno ecologista a Roma

10 Nov

Si è tenuto il 10 novembre 2011 il convegno di Fare Ambiente – movimento ecologista europeo, con lo scopo di promuovere la campagna “benessere del cittadino”.

Sull’argomento di scottante attualità ha portato il suo contributo il Senatore Antonio d’Alì, Presidente della Commissione Ambiente di Palazzo Madama, il quale afferma: “Sono importanti sia la ricerca che il progresso scientifico per lo sviluppo ambientale e per l’utilizzo sostenibile delle risorse del pianeta”.

Il Presidente del movimento, Vincenzo Pepe ha discusso a lungo della necessità di usare materiali ecocompatibili per diminuire l’impatto ambientale. Oltre al mondo dell’impresa e ai cittadini anche la politica deve fare la sua parte, riducendo gli sprechi e applicando delle norme serie per trovare una via d’uscita alla crisi. Questo l’autorevole parere di Antonio d’Alì, che spinge a una riflessione sulle tematiche ecologiche, spesso colpevolmente sottovalutate. Nell’immagine, l’articolo completo uscito su Italia Oggi.

 

 

 

Il senatore d’Alì: “La delibera del CIPE è essenziale per la nostra Provincia”.

9 Nov

Il Piano per il Sud, gestito dal CIPE (Comitato Interministeriale per la Programmazione Economica) è una risorsa importante per lo sviluppo del turismo e per agevolare la mobilità dei cittadini siciliani, soprattutto lungo la fascia costiera sud occidentale.

La recente delibera del CIPE, che ha fissato lo stanziamento di 150 milioni di euro per la realizzazione della bretella autostradale Mazara del Vallo – Marsala è stata salutata dal Senatore Antonio d’Alì con entusiasmo, nel complesso del pacchetto Sicilia che prevede una serie di interventi volti a promuovere l’isola.

“Occorre che la Provincia Regionale di Trapani – prosegue d’Alì – si adoperi per definire al meglio l’utilizzo della somma stanziata, anche prevedendo un eventuale consorzio che porti a compimento l’opera alla fine della A29, a Mazara del Vallo, fino all’aeroporto di Birgi”.

Questo risultato è merito di uno sforzo congiunto, proseguito negli ultimi due anni, della Provincia di Trapani e dei parlamentari che hanno spinto il Governo nazionale a inserire quest’opera stradale nel pacchetto. Rendere gli spostamenti più sicuri attraverso la regione, secondo Antonio d’Alì, è un dovere che va espletato in tempi brevi, per sostenere le attività produttive turistiche e non.